Quando una mamma italiana cucina / When an Italian mummy cooks

Sul congedo di maternità #esserecittadinimigliori

Prendo spunto da un articolo apparso oggi su Repubblica.it che evidenzia i risultati di uno studio dell’Università Bicocca sulle capacità linguistiche dei figli di madri lavoratrici precarie. Dai risultati risulta che questi bambini iniziano a parlare più tardi.

Io allargo il discorso a un tema più ampio; quello della necessità di creare degli ammortizzatori sociali che permettano a tutte le madri di poter stare con i propri figli  fino al compimento del primo anno di età se lo desiderano.

Io sono stata molto fortunata e ho potuto crescere mia figlia da vicino seguendo tutte le sue fasi di crescita, anche quando mi sputava in faccia le stelline… 🙂 Molte donne non possono farlo per diversi motivi e non è giusto.

Prima di avere figli non avrei mai parlato così, credetemi. Solo dopo mi sono resa conto di quanta sicurezza desse a mia figlia il fatto di avermi come riferimento per i suoi bisogni quotidiani, di vivere in un’ambiente familiare in cui poteva riconoscere  cose e odori.

E’ stato davvero importante per entrambe! E molto stancante per me! A volte avrei fatto qualsiasi cosa per sfuggire alle mura domestiche….

A un anno e mezzo l’ho iscritta a un nido e ho visto bambini di 4 mesi che come lei frequentavano la stessa struttura. Mi ha colpito molto vedere  questi piccoli spaesati, passati di mano in mano. Il mio istinto materno ha avuto un senso di repulsione. Immagino come si possano sentire le madri e come possano affrontare le incombenze lavorative; male!

E mi chiedo se un paese “avanzato” non debba porsi questo problema, di cui non ho mai sentito parlare dai nostri politici.Si parla di telelavoro, non potrebbe essere una valida alternativa per molte professioni?

Leggete anche  questo articolo su vanityfair.it

Forse bisognerebbe consolarsi pensando a molte mamme americane che hanno solo due settimane di maternità dopo il parto arrivando fino a 12 settimane, retribuite solo in pochi stati…

Come possiamo #esserecittadinimigliori?

 



Rispondi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: