Quando una mamma italiana cucina / When an Italian mummy cooks

Recent Posts

Pasta salsiccia e zucchine espressa – Sausage and zucchini pasta

Pasta salsiccia e zucchine espressa – Sausage and zucchini pasta

Da quando sono mamma bis non riesco più a cucinare ricette complesse o anche solo quelle che richiedono più di tre passaggi. Quindi mi devo inventare piatti espressi che mantengano un buon livello di gusto e nutrimento per me che allatto e per il resto […]

Crema agli asparagi – Asparagus creamy soup

Crema agli asparagi – Asparagus creamy soup

Finalmente un primo piatto di verdura che mia figlia mangia con piacere…aca non devo continuare a chiederle di mangiare…E’ una consommé primaverile, che potete consumare anche freddo. Vi darà sicuramente soddisfazione! Ecco gli ingredienti: 200gr. di asparagi pelati 4 patate di media grandezza 1 carota, […]

Quando stai per partorire

Quando stai per partorire

Inizi a sentire quei dolori al basso ventre e senti che qualcosa di grosso sta per succedere. Non esiste sensazione simile, è un misto tra potenza e paura condito da una grande emozione. E poi capisci che un’ anguria deve passare dove passa un limone…. […]


My Diary

Breve storia di una ex espatriata

Breve storia di una ex espatriata

Questo post é dedicato a tutti gli italiani espatriati che vorrebbero tornare ma……

e a quelli che vorrebbero partire ma…..

Quando sono partita dall’Italia alla volta della perfida Albione ero molto stanca; di non riuscire a fare quello che volevo, di dover sempre accettare molti compromessi, di avere dei capi cafoni e incompetenti. Volevo di più dalla vita e dal lavoro, ma non sapevo da dove iniziare.

Era molto tempo fa, molte me fa. Con il senno di poi, dico che sì, l’Italia può essere molto faticosa, a volte dolorosa, ma i paesi che ci circondano non sono certo delle passeggiate di salute. Viviamo infatti in un’epoca in cui è impossibile fare progetti a lunga scadenza, specialmente quelli che riguardano la carriera professionale e la famiglia. E lo è dovunque in Europa e non solo.

La mia esperienza in UK non è stata semplice, ma ho imparato molto. Trovare casa, lavoro e un minimo di stabilità sono state mete estremamente faticose, ottenute facendo grandi rinunce e, per molti aspetti, restando anche molto delusa. Perché un expat in UK deve faticare il doppio: perché tutti i rapporti umani sono asettici a partire da quelli lavorativi, perché non esiste la mediazione quando si parla di padroni di casa aguzzini che ti fanno pagare oro colato delle stamberghe fredde e umide e poi hanno anche il coraggio di farti pagare supposti danni fatti alle loro proprietà. Perché non esiste il buon senso, ma solo la regola (che spesso di senso ne ha poco).

Però  malgrado tutto, ho imparato ad avere uno standing professionale (non perché me lo hanno insegnato, ma perché ho saputo rubare con gli occhi); ho capito che la maggior parte dei luoghi di lavoro sono complessi e difficili ovunque; ho imparato a stare bene sola, ad organizzarmi la vita in modo indipendente. Soprattutto, ho capito che l’Inghilterra non poteva essere una meta definitiva per me. Perché l’Inghilterra é un paese in cui lo standard e la qualità della vita é più bassa se pensiamo al cibo, ma anche alle occasioni di svago. Perché tutto è più piatto, monotono e anche le sfavillanti luci di Piccadilly ad un certo punto non illuminano più la tua voglia di reinventarti.

Questi sono i motivi che mi hanno riportata in Italia. E qui ho avuto una sorta di shock da ritorno e mi ci è voluto molto tempo per metabolizzare il mio cambiamento personale ma anche la mia visione del mondo, da italiana che ha vissuto con altre regole per anni. Ho infatti acquisito nuove abitudini e ne ho accantonate altre. Mixato e sintetizzato i due stili vita in una forma che si adattasse a me come persona e come genitore. Questo senso di dislocazione non passa, ve lo dico, ma può essere capitalizzato e trasmesso ai figli che nel frattempo sono nati e che forse ora pensano che mamma a volte fa dei discorsi proprio strani. 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: